Le ultime
di Sigmund
Blogger
Ist. Freud
L'occhio
di Freud
SCUOLA SUPERIORE PRIVATA PARITARIA
DECRETO N.388 MITF005006
DECRETO N.1139 MITNUQ500H
DECRETO N.2684 MIPMRI500E

Bisogni Educativi Speciali

BES - Bisogni Educativi Speciali

La pluralità di studenti impone al mondo scolastico di rispondere in modo adeguato e articolato a coloro che manifestano difficoltà di apprendimento.

Negli  ultimi 20 anni, si è assistito a una crescita progressiva della presenza di alunni con disabilità, alunni che presentano una richiesta di speciale attenzione da parte della scuola e per una varietà di ragioni: “svantaggio sociale e culturale, disturbi specifici di apprendimento e/o disturbi evolutivi specifici, difficoltà derivanti dalla non conoscenza della cultura e della lingua italiana perché appartenenti a culture diverse”.

 La Legge 8 ottobre 2010, nº 170 “Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico”riconosce la dislessia, la disgrafia, la disortografia e la discalculia quali disturbi specifici di apprendimento, denominati "DSA. Tuttavia, è bene precisare che non vengono esplicitati in questa legge, alcune altre tipologie di disturbi, che danno comunque diritto ad usufruire delle stesse misure. Si tratta dei disturbi con specifiche problematiche nell’area del linguaggio o, al contrario, nelle aree non verbali che non devono passare inosservate, se presenti nelle classi.

 

L’Istituto FREUD ha fatto propria, oltre alla legge di cui sopra, anche la direttiva ministeriale del 27 dicembre 2012 recante "Strumenti di intervento per alunni con bisogni educativi speciali e organizzazione territoriale per l'inclusione scolastica" - (C.M. n. 8 del 6 marzo 2013) che delinea e precisa la strategia inclusiva della scuola italiana al fine di realizzare appieno il diritto all’apprendimento per tutti gli alunni e gli studenti in situazione di difficoltà.

La Direttiva estende pertanto a tutti gli studenti in difficoltà il diritto alla personalizzazione dell’apprendimento, richiamandosi espressamente ai principi enunciati dalla Legge 53/2003.

L’area dello svantaggio scolastico viene indicata come area dei Bisogni Educativi Speciali (Special Educational Needs) e comprende tre grandi sotto-categorie:

1- quella della disabilità;

2- quella dei disturbi evolutivi specifici;

3- quella dello svantaggio socio-economico, linguistico, culturale;

4-quella di istruzione domiciliare

 

L’Istituto S. Freud pone particolare attenzione agli studenti con Bisogni Educativi Speciali, al fine di poter gestirne in modo ottimale le difficoltà. In tutte le classi dove si intrecciano i temi della

disabilità, dei disturbi evolutivi specifici, con le problematiche del disagio sociale e dell’inclusione degli

alunni stranieri, la scuola FREUD ritiene sempre più pertinente adottare una didattica che sia ‘denominatore comune’ per tutti gli alunni e che non lasci indietro nessuno.

La personalizzazione del percorso formativo di ogni alunno è per l’Istituto FREUD un approccio didattico sempre più orientato all’inclusività: infatti solo una didattica davvero inclusiva e centrata sui bisogni e sulle risorse personali, riesce a rendere ciascun alunno VERO PROTAGONISTA del suo apprendimento, qualunque siano le sue capacità, le sue potenzialità e i suoi limiti. L’ uso poi di strumenti compensativi e dispensativi, così come previsto dalla legge,mette l’alunno in condizione di migliorare la stima di sé facilitando l’assunzione degli impegni programmati e migliorando conseguentemente risultati finali.

Al Freud si strutturano percorsi in modo tale che tutti possano raggiungere risultati validi. Non si abbassa  il livello di difficoltà, ma si costruisce il lavoro sull’essenziale, in considerazione dei  diversi stili di apprendimento,  gratificando  gli sforzi compiuti e non solo per i risultati mano a mano raggiunti.

L’uso degli strumenti facilitativi, messi a disposizione dalla legge, concede agli alunni con difficoltà di apprendimento opportunità diverse per raggiungere obiettivi disciplinari in tutta autonomia, per sentirsi più sicuri, per stimolare  la voglia di provare a fare attività che altrimenti li vedrebbero totalmente passivi.

La nostra Scuola garantisce che gli STRUMENTI COMPENSATIVI e le MISURE DISPENSATIVE previsti da PDP o PEI siano adottati in modo puntuale e scrupoloso, al fine di supportare al meglio l’alunno e ovviarne le difficoltà oggettive, nonché eventuali ansie o insicurezze.

La sottoscrizione di tali documenti implica anche una forte corresponsabilità nel percorso educativo tra:

  • Coordinatore Didattico
  • i Docenti (tutti) quali responsabili delle strategie didattiche e dei criteri di valutazione degli apprendimenti;
  • la Famiglia, come corresponsabile della stesura e applicazioni del PDP/PEI.

Tale progetto inclusivo permea tutte le risorse dell’Istituto Freud: la scuola si rende partecipe in profondità, in tutte le sue articolazioni.

Docenti e Consiglio di Classe mettono in campo capacità pedagogiche e di osservazione, sensibilità e formazione nel settore, per garantire la giusta attenzione didattica specificata.

I docenti e tutto il personale della scuola si muovono in una prospettiva dinamica e coinvolta che si esprime nel rispondere alle necessità della persona in formazione attuando un adattamento della proposta didattica in funzione del maggiore successo formativo possibile dello studente.

Presso l’istituto Freud la valutazione per i soggetti con disabilità viene riferita sempre alle potenzialità della persona e alla situazione di partenza definiti nella individualizzazione dei percorsi formativi e di apprendimento.

Il metodo di insegnamento e di valutazione vengono personalizzati alla condizione e alla manifesta esigenza di ogni singolo studente: bisogni ed esigenze  richiedono una risposta tanto più urgente quanto più essi si manifestano in difficoltà di apprendimento affinchè si possa veramente ottenere la crescita, la valorizzazione e la realizzazione della persona-studente.


Istituto Paritario S. FreudScuola Privata Milano: Istituto Tecnico Informatico, Istituto Tecnico Turistico e Liceo delle Scienze Umane
Via Accademia, 26 Milano – Tel. 02.29409829 Virtuale fax 02.73960148 – www.istitutofreud.it
Scuola Superiore Paritaria Milano - Scuola Privata Informatica Milano
Scuola Privata Turismo Milano - Liceo delle Scienze Umane indirizzo Economico Sociale Milano
Contattaci per maggiori informazioni: info@istitutofreud.it

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

INVIA COMMENTO