Le ultime
di Sigmund
Blogger
Ist. Freud
L'occhio
di Freud
SCUOLA SUPERIORE PRIVATA PARITARIA
DECRETO N.388 MITF005006
DECRETO N.1139 MITNUQ500H
DECRETO N.2684 MIPMRI500E
IT EN

SCUOLA FREUD – ISTITUTO FREUD - LAVORO: CINQUE IDEE PER RAGGIUNGERE DI PIÙ IN MINOR TEMPO - SCUOLA FREUD – ISTITUTO FREUD

29 agosto 2018

SCUOLA FREUD – ISTITUTO FREUD

Tecnico Tecnologico Informatico – Tecnico Economico – Liceo Economico Sociale

LAVORO: CINQUE IDEE PER RAGGIUNGERE DI PIÙ IN MINOR TEMPO

Le ricerche dimostrano che la mente funziona meglio quando le attese sono più alte.

Potrebbe sembrare un’incoerenza, ma lavorare di meno è un modo per ottenere di più. La chiave, come sempre più manager, sta nella creazione di un equilibrio nella propria vita. In base alle ultime ricerche, risulta che le persone che lavorano trentacinque ore a settimana sono le 50% meno produttive rispetto a chi ne lavora venti. Da un punto di vista psicologico, la spiegazione ha a che fare con il cosiddetto “dividendo dell’attenzione”. istituto tecnico tecnologico

L'IMPORTANTE E' CAPITALIZZARE L'ENERGIA

Il concetto porta la firma di due professori americani, Sendhil Mullainathan e Eldar Shafir, autori di “Scarsità: perché avere poco significa tanto”, un saggio che illustra la relazione fra tempo e produttività. A quanto pare, infatti, quando si ha meno tempo a disposizione, ci si dà più da fare per portare a termine i propri compiti e il picco di energia con cui si affrontano le incombenze, produce entusiasmo, innescando un circolo virtuoso. Risultato: si è più produttivi rispetto a quanto accadrebbe con un’intera giornata di lavoro a disposizione. Di seguito, dunque, cinque idee per sperimentare la teoria:

1. ANALIZZATE LA VOSTRA AGENDA

Fate attenzione in quali occasioni e situazioni vi sentite particolarmente stanchi e frustrati. Evitate di disperdere energie in cose di relativa importanza o che potrebbero essere gestite in modo più efficace da qualcun altro. Analogamente, cercate di semplificare la vostra routine, partendo dall’agenda e senza dimenticare particolari come l’abbigliamento: Mark Zuckerberg e Barack Obama l’hanno capito prima degli altri e, infatti, il loro guardaroba è comodo e iconico.  

2. MIGLIORATE IL VOSTRO RENDIMENTO ORARIO

Analizzate il vostro lavoro in base al risultato economico che ottenete per ogni singola ora investita. Invece di preoccuparvi di cosa fare nell’intera giornata o dell’obiettivo economico a lungo termine, concentratevi sulla gestione delle ore. Potreste scoprire che la maggior parte della vostra deriva da una particolare combinazione di attività e che non è profittevole dedicare tempo extra ad altre cose. scienze umane opzione economico

3. ELIMINATE LE MICRO DISTRAZIONI

Fate in modo che il vostro tempo lavorativo sia privo d’interruzioni: spegnete le notifiche del cellulare, uscite dal programma di posta elettronica e concentratevi sul compito più redditizio e importante

4. RIORGANIZZATE LA TABELLA DI MARCIA

Componete le ore lavorative in base alla priorità dei compiti e alla soddisfazione che vi dà portarli a termine, Invece di passare da un’attività all’altra come capita, chiedetevi quale sia la cosa più importante che vogliate realizzare in una giornata e partite da quella. 

5. ESSERE PRODUTTIVI, NON IMPEGNATI

Molto spesso, le persone che sono sempre impegnate sono dei cattivi manager del proprio tempo e delle proprie energie. Le persone produttive, invece, operano in maniera diametralmente opposta. Infatti, riescono a fare molto senza disperdere le energie e questo, alla fine, è quello che gli permette di rendere e guadagnare.istituto tecnico turistico


Istituto Paritario S. Freud – Scuola Privata Milano: Istituto Tecnico Informatico, Istituto Tecnico Turistico e Liceo delle Scienze Umane
Via Accademia, 26 Milano – Tel. 02.29409829 Virtuale fax 02.73960148 – www.istitutofreud.it
Scuola Superiore Paritaria Milano - Scuola Privata Informatica Milano
Scuola Privata Turismo Milano - Liceo delle Scienze Umane indirizzo Economico Sociale Milano
Contattaci per maggiori informazioni: [email protected]

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

INVIA COMMENTO