Le ultime
di Sigmund
Blogger
Ist. Freud
L'occhio
di Freud
SCUOLA SUPERIORE PRIVATA PARITARIA
DECRETO N.388 MITF005006
DECRETO N.1139 MITNUQ500H
DECRETO N.2684 MIPMRI500E
IT EN

LA SCORRETTEZZA NON FA ACCUMULARE TEMPO - SCUOLA TECNICA TURISMO S. FREUD

4 luglio 2016

Pare che in quest’era evoluta numerose persone non abbiano più il tempo per essere educate, viviamo in un tempo veloce e disattento in cui il massimo che molti sembrano essere in grado di fare è precipitarsi a prendere un treno… senza sciupare tempo in formalità e frasi gentili.

In realtà, sembra proprio che la maleducazione sia in aumento. Come ha scritto di recente la ricercatrice Christine Porath in un suo articolo pubblicato dal New York Times: rispetto agli anni novanta, oggi, le probabilità di osservare comportamenti sgarbati nei posti di lavoro sono raddoppiate.

Ma la spiegazione che ne dà non è diversa da quella del 1899. Lo studio di Porath dimostra che circa il 40 per cento di noi, in tutti i settori, sostiene di essere sgarbato perché non ha tempo, per essere gentile.

L’idea che la scortesia faccia risparmiare tempo, mentre la gentilezza lo fa perdere, è molto radicata nella nostra cultura (pensate all’espressione “tagliar corto”, che indica risparmiare tempo impedendo scortesemente a qualcuno di replicare),a rifletterci bene, è un opinione bizzarra.

Tanto per introdurre, molte forme di cortesia non richiedono tempo: non si fa prima a essere accigliati che a sorridere, né a parlare sottovoce al telefono piuttosto che urlare quando si è in treno. Ancora, a giudicare dalla ricerca di Porath, nei posti di lavoro, essere scortesi non è quasi mai un modo per risparmiare tempo: quando un responsabile tratta male i dipendenti, il loro livello di rendimento e di inventiva cala sensibilmente, e quindi alla fine dei conti la scortesia rallenta il lavoro. Le persone sgradite che arrivano a occupare posti di potere, ci riescono sebbene, e non grazie, alla loro sgradevolezza.

La spiacevole sensazione di essere troppo impegnati ci fa diventare impazienti, In inglese, un chiaro esempio dell’idea sbagliata della relazione tra tempo e cortesia è la consuetudine ormai diffusa di terminare le email di lavoro con un’espressione come “Rgds” (che sta per regards, saluti), così orribile che dovrebbe essere vietata dalla convenzione di Ginevra.

A questo punto è meglio eliminare del tutto i saluti, “Rgds” è un goffo tentativo di non astenersi a una formalità, attirando al tempo stesso l’attenzione sul fatto che la persona che scrive non è disposta neanche a sperperare quei millisecondi in più necessari per scrivere altre tre lettere. Si rischia di offendere qualcuno, senza aver risparmiato neanche un attimo: è una scortesia che non paga, un po’ come le email che si ricevono chiaramente dirette a tante  persone , che cominciano con la frase: “Spero che lei stia bene”. Non è detto che sia così, allora, perché parlarne?

Da tutto questo emerge chiaramente che la scortesia invogliata dalla fretta è molto più emotiva, e meno calcolata, di quanto potrebbe comparire a prima vista. Nessuno prende la decisione razionale di risparmiare qualche secondo da una parte per poterlo utilizzare da un’altra.

È piuttosto che la fastidiosa sensazione di essere troppo impegnati ci fa diventare irritabili, il pensiero delle cose che abbiamo da fare distrae la nostra attenzione dalle persone con cui stiamo parlando, e il risultato finale è la scortesia. Spesso la tecnologia aggrava le cose: da alcuni studi è emerso che la cultura digitale incoraggia uno stile di comunicazione digitale nel quale distribuiamo l’attenzione in modo frammentario, prestandola agli altri quando abbiamo opportunità d’informazioni, e togliendogliela improvvisamente appena le abbiamo ottenute, senza nulla che somigli alla fluidità di una normale conversazione.

Insomma, può sembrare che la scortesia ci faccia risparmiare tempo, ma non è così. Stiamo semplicemente reagendo allo stress.  


Istituto Paritario S. Freud – Scuola Privata Milano: Istituto Tecnico Informatico, Istituto Tecnico Turistico e Liceo delle Scienze Umane
Via Accademia, 26 Milano – Tel. 02.29409829 Virtuale fax 02.73960148 – www.istitutofreud.it
Scuola Superiore Paritaria Milano - Scuola Privata Informatica Milano
Scuola Privata Turismo Milano - Liceo delle Scienze Umane indirizzo Economico Sociale Milano
Contattaci per maggiori informazioni: [email protected]

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


INVIA COMMENTO