Le ultime
di Sigmund
Blogger
Ist. Freud
L'occhio
di Freud
SCUOLA SUPERIORE PRIVATA PARITARIA
DECRETO N.388 MITF005006
DECRETO N.1139 MITNUQ500H
DECRETO N.2684 MIPMRI500E
IT EN

SCUOLA FREUD - ISTITUTO FREUD - UN’INSOLITA ESTATE A NEW YORK

13 aprile 2021

SCUOLA FREUD – ISTITUTO FREUD

Tecnico Tecnologico – Tecnico Economico – Liceo Economico Sociale

UN'INSOLITA ESTATE A NEW YORK

A cura della Prof.ssa Maria Grazia Lucchese

Voglio svegliarmi in una città che che non dorme mai, diceva Frank Sinatra e faceva chiaro riferimento a New York, dove c’è un’atmosfera così travolgente ‘che rende il sonno inutile’.

New York è, infatti, una delle mete più ambite dai viaggiatori di tutto il mondo: una metropoli in eterno divenire, in cui tutto scorre veloce. Basta metterci piede per sentirsi al centro dell’universo. Si prova anche la sensazione di sentirsi a casa, anche se la si visita per la prima volta.

È un luogo geograficamente lontano, ma vicino al nostro cuore e alla nostra cultura. Quante volte abbiamo desiderato passeggiare lungo Times Square o di seguire un musical a Broadway? O l’abbiamo sognata guardando un film di Woody Allen che l’ha sempre ripresa in un misto di magia e realtà? Oppure abbiamo invidiato Carrie Bradshaw – la protagonista di Sex and The City- con il suo stile di vita da autentica newyorkese tra shopping di lusso e cocktail party in una sfavillante Manhattan? O ancora ci siamo immersi in un New York State of Mind, ascoltando il grande Billy Joel? Ma, la Grande Mela può riservarci altre sorprese, location meno note anche se sicuramente altrettanto interessanti. Tecnico Economico Turismo

Andiamo alla ricerca di questa insolita New York, quella realmente vissuta dai suoi abitanti durante il periodo estivo. Prima di tutto, potremmo avere la possibilità di essere accolti dai Big Apple Greeters per dare un saluto a questa splendida città: si tratta di native newyorkers - volontari poliglotti-che accompagnano i turisti nei diversi quartieri della metropoli gratuitamente.

Se in una calda notte d’estate abbiamo, invece, voglia di vedere un classico del cinema come ‘The African Queen”, con una radiosa Katharine Hepburn, allora andiamo al ‘Socrates Sculptures Park” - un cinema d’essai dedicato al lungometraggio d’autore – lungo l’East River, nella bella zona del Queens. Martedì e sabato mattina dalle 10 alle 12 – con ingresso libero-possiamo trovare rifugio dall’afa estiva nel Brooklyn Botanical Garden, solitamente molto frequentato per lo Spring Cherry Blossom Festival.

Inoltre, ogni sera nei weekend estivi potrete assistere ad un’originale performance dell’artista Duke Riley: 2000 piccioni - a cui vengono legate lucine al Led alle zampine- vengono lasciati volare liberi sul Brooklyn Navy Yard, da dove ammirare questa esibizione. Poi magari bevete un calice di vino delizioso per niente caro nella confortevole enoteca Rooftop Red. Scienze Umane Economico Sociale

Voglia di una crociera, sempre gratis ovviamente? La North River Lobster Company organizza traversate lungo l’Hudson e ammirerete così lo skyline di New York in 45 minuti.  Se volete ascoltare della buona musica dal vivo andiamo al Prospect Park, in occasione del festival Celebrate Brooklyn: Il Central Park’s Summer Stage spazia dalla musica classica al jazz, dal rock all’elettronica sperimentale.

Perché non osservare le stelle nella città ‘dalle mille luci’? Prendiamo in prestito i telescopi per vedere astri e pianeti che risplendono sopra di noi al Lincoln Center, nella zona di Central Park West. L’ultima tappa di questo affascinante percorso free of charge è The Met, ovvero il Metropolitan Museum of Art, uno scrigno prezioso di tesori artistici, la cui visita è imperdibile. Tecnico Economico Turismo

 

È un mito, la città: le stanze e le finestre, le strade che eruttano vapore: per ciascuno, per chiunque, un mito diverso, la testa di un idolo con occhi di semaforo che ammiccano un tenero verde, un cinico rosso. Questa isola, galleggiante su acqua di fiume come un iceberg di diamante, chiamatela New York, chiamatela come vi pare: il nome non importa poiché, arrivando dalla maggiore realtà dell’altrove, uno va alla ricerca soltanto di una città, di un posto dove nascondersi, dove smarrire o scoprire sé stesso, per fabbricare un sogno all’interno del quale dimostrare che, dopo tutto, non sei il brutto anatroccolo, ma un essere meraviglioso e degno di essere amato.

 

(Truman Capote)

 

 

www.viaggigiovani.it


Istituto Paritario S. Freud – Scuola Privata Milano: Istituto Tecnico Informatico, Istituto Tecnico Turistico e Liceo delle Scienze Umane
Via Accademia, 26 Milano – Tel. 02.29409829 Virtuale fax 02.73960148 – www.istitutofreud.it
Scuola Superiore Paritaria Milano - Scuola Privata Informatica Milano
Scuola Privata Turismo Milano - Liceo delle Scienze Umane indirizzo Economico Sociale Milano
Contattaci per maggiori informazioni: [email protected]

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


INVIA COMMENTO

Benvenuto

Vuoi ottenere informazioni sulle iscrizioni?

INFO ISCRIZIONI

Stai cercando informazioni sul nostro istituto?

RICHIEDI INFO

Vuoi candidarti per lavorare con noi?

CANDIDATI