Le ultime
di Sigmund
Blogger
Ist. Freud
L'occhio
di Freud
SCUOLA SUPERIORE PRIVATA PARITARIA
DECRETO N.388 MITF005006
DECRETO N.1139 MITNUQ500H
DECRETO N.2684 MIPMRI500E
IT EN

"Games Week - Fiera del VideoGioco- Scuola Paritaria S.Freud"

Il giorno 23 ottobre 2015 le classi dell’Istituto Freud di entrambi gli indirizzi -Informatica e Turismo- hanno preso parte all’uscita didattica “Milan Games Week 2015”, fiera internazionale del videogioco.

Finalità dell'uscita  sono state quelle di informare gli studenti sulle nuove tecnologie nella produzione dei software per videogiochi; evidenziare gli aspetti commerciali, di marketing ed economici che ruotano attorno al settore; stimolare curiosità ed interesse e motivare lo studio di materie tecniche specifiche del piano di studi, vedendo applicazioni concrete in ambito professionale.

Di seguito le impressioni riportate dalla Docente d'Inglese Prof.ssa Giorgia Tremolada sulla giornata.

"Molti gli obiettivi che si erano prefissati i docenti dell’Istituto. Innanzitutto, per gli alunni dell’indirizzo tecnologico informatico, l’obiettivo principale era sicuramente quello di stimolare la loro curiosità e il loro interesse per le nuove tecnologie nella produzione di software per videogiochi, mettendo in evidenza contemporaneamente sia gli aspetti commerciali che quelli economici legati al settore. Inoltre si voleva offrire loro la possibilità di vedere applicate in ambito professionale le materie tecniche di studio. L’obiettivo cardine per gli studenti dell’indirizzo tecnico turistico era invece quello di mostrare loro l’organizzazione di uno degli enti fieristici più importanti del territorio italiano, mettendo in luce anche l’applicazione in ambito professionale delle materie tecniche proprie dell’indirizzo di studi. Non da ultimo l’aspetto ludico della manifestazione, che ormai già da qualche anno attrae un numero sempre maggiore di visitatori di tutte le età.

Le classi, subito dopo l’appello, si sono recate a Fiera Milano City accompagnate dai propri insegnanti. Gli studenti più giovani, alla loro prima esperienza, hanno potuto visitare la fiera rimanendo in gruppo insieme ai propri insegnanti accompagnatori. Associando sempre l’aspetto ludico a quello didattico, i ragazzi hanno avuto modo di visitare i vari padiglioni e si sono cimentati in appassionanti sfide ai videogiochi nei più importanti stand espositivi di Play Station, X Box e Nintendo. Nei vari stand i ragazzi hanno potuto non solo provare i nuovi software e i videogiochi che verranno lanciati a breve sul mercato, ma anche osservare l’intera organizzazione della fiera, cercando di comprenderne la divisione in aree tematiche e padiglioni, nonché l’organizzazione in termini di presentazione e marketing di ciascuno stand. Gli studenti più grandi, che già conoscevano “Games Week” nella sua organizzazione e contenuto, hanno avuto la possibilità di visitare la fiera in autonomia. Grazie al lavoro di preparazione effettuato dai loro docenti nelle settimane che hanno preceduto l’uscita didattica, ciascuno studente ha potuto soffermarsi ad osservare diversi aspetti del mondo della tecnologia dei videogiochi.

Le aree tematiche principali su cui gli studenti hanno lavorato sono state il mondo degli “Youtubers”, eclettici personaggi del web che frequentano “Games Week” per accrescere la loro fama fra i giovani; i tornei, molto seguiti dal popolo dei giocatori virtuali; la presentazione delle novità legate alle due principali console presenti sul mercato, Play Station e X Box; infine l’evoluzione della tecnologia nel settore dei software per videogiochi, con particolare attenzione alla realtà virtuale e ai visori 3D.

L’uscita didattica si è ufficialmente conclusa alle ore 13. Pochi studenti hanno deciso di rientrare a casa o a scuola con i propri insegnanti. L’interesse e la passione per il mondo dei videogiochi e le grandi proposte offerte da “Games Week 2015” hanno convinto gli studenti del’Istituto a rimanere all’interno della fiera. Mentre gli alunni più giovani hanno continuato a lanciarsi appassionanti sfide ai videogiochi, i loro compagni più grandi sono rimasti ad assistere alle avvincenti finali dei tornei. 

Per tutti gli studenti è stata un'esperienza senza dubbio avvincente, costruttiva e da ripetere!" . 


Istituto Paritario S. Freud – Scuola Privata Milano: Istituto Tecnico Informatico, Istituto Tecnico Turistico e Liceo delle Scienze Umane
Via Accademia, 26 Milano – Tel. 02.29409829 Virtuale fax 02.73960148 – www.istitutofreud.it
Scuola Superiore Paritaria Milano - Scuola Privata Informatica Milano
Scuola Privata Turismo Milano - Liceo delle Scienze Umane indirizzo Economico Sociale Milano
Contattaci per maggiori informazioni: [email protected]

Massimo Olivieri

11/01/2016

Il games week di Milano 2015, a cui ho partecipato, è stato molto interessante, sia dal punto di vista dei prodotti "in uscita" sia per come è stata l’organizzazione rispetto all’anno scorso. Per cominciare la fiera è stata suddivisa in due piani: quello inferiore per i giochi, console ecc. e quello superiore per tornei, presentazioni delle aziende che esponevano e banconi per i youtuber.
Oltre tutto ciò c'erano stand e negozi dove si poteva comprare dei gadget e accessori riguardanti il tema della fiera.
Personalmente ho provato pochi prodotti per via della quantità di persone presente all'evento, ma posso dire che mi sono divertito ed è stato utile anche per farmi un'idea sulle opportunità di lavoro del mio indirizzo di studio informatico.

Davide Bernardini

22/12/2015

L’esperienza del games week è stata un'ottima iniziativa presa da parte della scuola già dall’anno scorso, molto interessante. Ed essendo un appassionato del mondo videoludico mi ha fatto piacere partecipare a questa “fiera”.
L’organizzazione era ottimale, eravamo sotto controllo dei professori fino ad una certa ora e dopo, verso le 12 circa avevamo un ritrovo dove si faceva l’appello, e in seguito ci concedevano del tempo libero per vedere ciò che ci interessava di più.
A me è piaciuto molto vedere, anche provare delle console o dei giochi, con i quali non ho la possibilità di giocare a casa, o incontrare Youtuber che seguo facendoci una foto o semplicemente un autografo.
Ringrazio la Scuola per l'opportunità.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


INVIA COMMENTO