Le ultime
di Sigmund
Blogger
Ist. Freud
L'occhio
di Freud
SCUOLA SUPERIORE PRIVATA PARITARIA
DECRETO N.388 MITF005006
DECRETO N.1139 MITNUQ500H
DECRETO N.2684 MIPMRI500E
IT EN

"Uscita Didattica presso l'azienda Campari" Scuola Freud

Il giorno venerdì 21 Ottobre 2016, le classi 3^A e 4^A Turismo, accompagnate dalle Docenti Ferrandino e Tomasi, si sono recate in visita presso l'azienda Campari sita a Sesto San Giovanni. La visita è stata occasione per conoscere la storia di una delle più importanti aziende milanesi e la sua capacità di rivoluzionare il mondo della pubblicità e della comunicazione, in uno dei più riusciti esempi di collaborazione tra arte e industria. 

 

La visita è rientrata nell'ambito dell'alternanza scuola lavoro. Le competenze acquisite in azienda sono riconosciute come crediti per il conseguimento del diploma. Inoltre, è una modalità didattica per offrire agli studenti competenze spendibili nel mercato del lavoro. Lo studente impara in contesti diversi, sia a scuola sia in azienda.  Scopo dell’alternanza scuola-lavoro è di motivare e orientare i giovani, diffondendo la cultura del lavoro.

La visita ha avuto l’obiettivo di collegare la formazione in aula collegandola con le istituzioni del mondo del lavoro e al contesto sociale ed economico del territorio. Racconta la Prof.ssa Tomasi, accompagnatrice delle classi:

"...ci aspettava davanti all’azienda una  guida che ha narrato la storia del Gruppo Campari situata a Sesto San Giovanni. La società viene fondata da Gaspare Campari che, nel 1860, avviò a Milano una distilleria, a cui seguirà poi l'apertura del Caffè Camparino, nella Galleria Vittorio Emanuele II. Alla morte del fondatore, la gestione dell'azienda, già allora nota per il suo Bitter, passa a uno dei suoi cinque figli, Davide Campari, che nel 1896 cambia la denominazione in Gaspare Campari - Fratelli Campari Successori. Con la morte di Davide Campari e della sorella Eva, nel 1943, l'altro fratello Guido Campari e il nipote Antonio Migliavacca trasformano la compagnia in Davide Campari - Milano S.p.A. Gli anni settanta e ottanta vedono una continua espansione della società, con l'apertura e la crescita di filiali commerciali e produttive sia in Italia che all'estero. Nel 1982, l'ultima erede della famiglia Campari, Angiola Maria Migliavacca, vende la Davide Campari - Milano a Erinno Rossi e Domenico Garavoglia che ne diventano proprietari.

Attraverso gli anni, il brand si è imposto a livello internazionale grazie alla crescita della sua distribuzione mondiale,  che raggiunge oltre 190 Paesi nel mondo abbracciando l’ Europa e le Americhe.

Recentemente la produzione è stata spostata da Sesto San Giovanni a Novi Ligure, mentre nel luogo in cui sorgeva lo stabilimento di Sesto San Giovanni è nato il museo dell’azienda stessa.

Nel 1999 il Gruppo Campari rileva la Cinzano, la storica azienda produttrice di vermouth e spumanti.

Il prodotto principale dell'azienda è l'omonimo Campari, un aperitivo alcolico ottenuto dall'infusione di erbe amaricanti, piante aromatiche e frutta in una miscela di alcool e acqua, dal colore rosso rubino brillante e dall'aroma intenso: l'immagine del prodotto si basa sui concetti della passione e della sensualità, due temi ricorrenti nella promozione del marchio.

La Campari è situata in  un edificio industriale di proprietà privata, oggi sede direzionale del gruppo Campari.

Lo stabilimento sestese fu progettato da Luigi Perrone in stile neoromanico, impiegando mattoni a vista e decorazioni delle pareti in ceramica. Nelle strutture portanti e nei saloni interni fu utilizzato il cemento armato, una novità per l’epoca. Il fabbricato è stato ristrutturato dall’architetto Mario Botta che ha conservato la facciata originale. Il restauro s’è conlcuso nel 2010, come pure i lavori relativi al parco Campari sul retro, curati dallo studio dell’architetto Giancarlo Marzorati. Il giardino Campari, un contesto verde rispettoso dell’impianto storico dell’antico giardino della Casa Alta della Campari, è stato riaperto alla comunità. I cittadini hanno oggi accesso all’area verde e possono visitare la Galleria Campari. La società Campari ha contribuito allo sviluppo industriale della città.

All’interno del museo, voluto dal figlio Davide, amante dell’ arte e della  cultura, si trovano delle campagne pubblicitarie che  sono state realizzate con l’apporto dei maggiori artisti e grafici come Marcello Dudovich, Fortunato Depero, Marcello Nizzoli, Bruno Munari. L’eccellenza del design e la creatività impiegata in manifesti pubblicitari, oggettistica e iniziative editoriali hanno sempre garantito il successo del marchio nel mercato nazionale e internazionale.

La Galleria Campari presenta creatività, vitalità e proiezione verso il futuro; le opere sono esposte sia in originale che in versione multimediale  dedicati ai caroselli dagli anni ‘50 agli anni ‘70, con proiettori che proiettano su una parete manifesti d’epoca.

La classe è rimasta colpita dai vari strumenti che la Campari ha utilizzato per tramandare nel tempo il messaggio che racchiude la pubblicità,  come : le maniglie del tram, che se “tirate” verso il basso comparivano alternate le scritte “Cordial” e “Bitter”.

Nel 1932 per la nascita del Campari Soda, Fortunato Depero disegnò la geniale bottiglietta conica trasformandola in uno dei simboli del design quotidiano Italiano. La bottiglietta è tuttora identica all’originale."


Istituto Paritario S. Freud – Scuola Privata Milano: Istituto Tecnico Informatico, Istituto Tecnico Turistico e Liceo delle Scienze Umane
Via Accademia, 26 Milano – Tel. 02.29409829 Virtuale fax 02.73960148 – www.istitutofreud.it
Scuola Superiore Paritaria Milano - Scuola Privata Informatica Milano
Scuola Privata Turismo Milano - Liceo delle Scienze Umane indirizzo Economico Sociale Milano
Contattaci per maggiori informazioni: [email protected]

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


INVIA COMMENTO