Le ultime
di Sigmund
Blogger
Ist. Freud
L'occhio
di Freud
SCUOLA SUPERIORE PRIVATA PARITARIA
DECRETO N.388 MITF005006
DECRETO N.1139 MITNUQ500H
DECRETO N.2684 MIPMRI500E
IT EN

UNA SCUOLA DI ECCELLENZA di Daniele Straniero - SCUOLA TECNICA PARITARIA S. FREUD

24 marzo 2017

L’istituto tecnologico informatico Sigmund Freud poco lontano dal cuore di Milano, zona Loreto, è una scuola unica per molti motivi. Uno dei primi è che il banco scolastico non esiste più, al suo posto ogni alunno ha una scrivania. Rispetto alle altre scuole superiori vi è di nuovissimo che tutto il suo imprinting deriva, al cento per cento, dalle tecnologie informatiche. Le sue caratteristiche innovative puntano gli occhi sulle tecnologie digitali più avanzate. Come tutti i licei e gli istituti tecnici ha certo le materie tradizionali (italiano, inglese, matematica, ecc.), ma non sono queste quelle che occupano il posto privilegiato. Oltre naturalmente all’informatica, vi si insegna “Sistemi e reti”, “Telecomunicazioni”, “Progetti di sistemi informatici”. Insomma, quanto di più innovativo si possa oggi immaginare. E anche l’ambiente fisico non è meno differente da quello tradizionale. Al fatto che ogni alunno abbia una sua postazione informatica, si aggiunge che gli insegnanti, mentre svolgono la lezione, la registrano ora per ora. Lezioni poi che, immediatamente, vengono in contemporanea immesse in rete. E l’alunno può rivederle e riascoltarle in qualsiasi momento (per esempio, a casa e per sempre). Interessante anche costatare che le aule invece dei muri hanno vetrate grandi come pareti. Se uno volesse pensare a come dovrebbe essere una scuola del futuro, qui può vederla già realizzata. Insomma un istituto scolastico che offre quanto di più nuovo e di più avanzato oggi ci sia nell’utilizzo, ai fini dell’istruzione, delle strumentazioni digitali. Le scuole pubbliche, che pure hanno in tutta Italia gli stessi indirizzi informatici, purtroppo, non sono in grado di raggiungere analoghi standard.

Queste novità hanno naturalmente con sé anche i pregi della tradizione, seppure con qualche particolarità: 1) “Il progetto educativo” è applicato con rigore e le famiglie sono costantemente informate di ogni attività dei loro figli sia dei progressi o meno nell’apprendimento, sia delle specifiche votazioni e delle eventuali sanzioni disciplinari. In particolare, le punizioni non consistono mai in esclusione dalle lezioni, ma “si pagano” con servizi socialmente utili, ad esempio – a seconda della gravità –  con 10 ore di lavoro extra: in biblioteca, catalogazione di libri, caricamento di dati informatici e anche con la pulizia di qualche parte dell’istituto. 2) “Il progetto formativo” è proiettato sugli sbocchi universitari, cioè sugli accessi all’università: ingegneria elettronica, scienze dell’informazione, matematica, giornalismo… 3) “Il progetto della compatibilità” scuola-famiglia, è cadenzato dalle comunicazioni immediate che, naturalmente, sono in forma digitale. Vi sono poi specifici progetti formativi aggiuntivi: giornalismo, sabato in lingua inglese, gestione dell’impresa (conduzione di gruppo, parlare in pubblico, ecc.), grafologia, educazione alla legalità. 

Il direttore dell’istituto Freud, prof. Daniele Nappo, di questa scuola dice: “Tutto quello che non viene dato dalla scuola di Stato, noi siamo in grado di offrirlo, perché la nostra oltre che una scuola è anche un ambiente di lavoro e un’impresa, nella quale si simulano gli ambienti di lavoro. Quando un ragazzo, dopo cinque anni di studio, esce da noi ha successo sia che intraprenda il percorso universitario sia che si voglia immettere immediatamente nel mondo del lavoro”.   Scuola Paritaria Milano


Istituto Paritario S. Freud – Scuola Privata Milano: Istituto Tecnico Informatico, Istituto Tecnico Turistico e Liceo delle Scienze Umane
Via Accademia, 26 Milano – Tel. 02.29409829 Virtuale fax 02.73960148 – www.istitutofreud.it
Scuola Superiore Paritaria Milano - Scuola Privata Informatica Milano
Scuola Privata Turismo Milano - Liceo delle Scienze Umane indirizzo Economico Sociale Milano
Contattaci per maggiori informazioni: [email protected]

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

INVIA COMMENTO