Le ultime
di Sigmund
Blogger
Ist. Freud
L'occhio
di Freud
SCUOLA SUPERIORE PRIVATA PARITARIA
DECRETO N.388 MITF005006
DECRETO N.1139 MITNUQ500H
DECRETO N.2684 MIPMRI500E
IT EN

PERCHÈ ANDARE AL MUSEO a cura della Prof.ssa Maria Rita Bruno - SCUOLA TECNICA PARITARIA S. FREUD

8 luglio 2016

Il museo non è semplicemente un luogo dove si conserva la cultura, ma è un punto di riferimento per la nostra società. Sicuramente un museo è anche un luogo in cui la conoscenza si trasmette in maniera diretta, un luogo da esplorare e osservare e non solo una serie di sale da guardare distrattamente.

Oggi per fortuna la Pubblica Amministrazione è impegnata a richiamare, con numerose manifestazioni, non solo i turisti, ma anche chi ha la fortuna di vivere nelle grandi città d’arte (come Roma, Firenze, Venezia, Milano), ma anche nei piccoli centri, cuore della memoria e quindi anche luoghi ideali in cui trovare e visitare un museo.

Esistono almeno 10 buoni motivi per approfittare di qualche ora libera e impiegarla nella visita di un museo.

  1. Ti fa stare meglio: secondo uno studio psicologico, infatti, spendere il proprio tempo e il proprio denaro per “acquistare” non beni materiali, ma esperienze di vita e umane, arricchiscono chi le vive.
  2. Ti rende più intelligente: un museo, infatti, ha lo scopo di educare la comunità e la scuola, in questo proposito, è in prima linea e accoglie la proposta secondo la quale le sale di un museo possono trasformarsi in un’aula, proponendo sempre più spesso esperienze formative di questo genere.
  3. Ti fornisce un importante metodo di apprendimento: i musei sono, infatti, luoghi “dell’apprendimento informale”, nei quali dall’esperienza, si acquisiscono conoscenze e competenze.
  4. I musei sono centri per la comunità: permettono di confrontarsi e discutere, conoscendo meglio la propria cultura o avvicinandosi a culture diverse dalla propria.
  5. I musei ispirano: sono fonte d’ispirazione e scambio vivace di idee, tra i visitatori, le comunità e le reti sociali.
  6. I musei aiutano a portare cambiamento e sviluppo in una comunità: oggi, infatti, rappresentano un luogo importante per l’impegno civico, fondato sul confronto e sul rafforzamento dell’identità.
  7. Sono un’ottima occasione per trascorrere del tempo con amici e parenti: questo tipo di esperienza rappresenta un momento di apprendimento condiviso, durante il quale chi sa più degli altri si trasforma in un simpatico “cicerone”.
  8. I musei rappresentano una importante opportunità lavorativa ed economica: in un Paese come il nostro, che possiede oltre il 70% del patrimonio artistico mondiale, spesso non sufficientemente tutelato e valorizzato, i musei sono l’ambiente naturale per i giovani che investono in cultura, studiando Discipline Turistiche (Istituto Tecnico-Economico del Turismo) o Beni Culturali (Facoltà di Scienze dei Beni Culturali).
  9. I musei sono spesso gratuiti: non è difficile trovare occasioni gratuite di visite ai musei, come ad esempio la prima domenica del mese, oppure dopo un certo orario (solitamente nel pomeriggio). Da non dimenticare, e anzi da sfruttare finché si è in tempo, l’ingresso gratuito ai cittadini comunitari al di sotto dei 18 o dei 25 anni.
  10. Esiste sempre un museo vicino, da vedere e rivedere: specialmente se si ha la fortuna di vivere in grandi città, è bello scoprire e riscoprire la bellezza dei musei presenti. Gli Uffizi a Firenze, i Musei Vaticani a Roma, la Pinacoteca di Brera a Milano sono solo alcuni degli esempi più celebri di musei da vedere e rivedere, perché non smetteranno mai di avere qualcosa da dirci, sussurrarci e mostrarci.

 

 

 


Istituto Paritario S. Freud – Scuola Privata Milano: Istituto Tecnico Informatico, Istituto Tecnico Turistico e Liceo delle Scienze Umane
Via Accademia, 26 Milano – Tel. 02.29409829 Virtuale fax 02.73960148 – www.istitutofreud.it
Scuola Superiore Paritaria Milano - Scuola Privata Informatica Milano
Scuola Privata Turismo Milano - Liceo delle Scienze Umane indirizzo Economico Sociale Milano
Contattaci per maggiori informazioni: [email protected]

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


INVIA COMMENTO