Le ultime
di Sigmund
Blogger
Ist. Freud
L'occhio
di Freud
SCUOLA SUPERIORE PRIVATA PARITARIA
DECRETO N.388 MITF005006
DECRETO N.1139 MITNUQ500H
DECRETO N.2684 MIPMRI500E

SCUOLA TECNICA PARITARIA

2 novembre 2016

Oggi: 2 novembre. Il calendario ricorda che la Chiesa commemora i defunti. E se non fosse scritto sul calendario, la data è bene impressa nel cuore di ognuno di noi che, oggi, condivide con il suo prossimo tanto il dolore per la scomparsa di una persona cara quanto la speranza che essa sia ancora in qualche modo con noi.

La commemorazione si lega a diverse tradizioni nei diversi territori del mondo cattolico. Eppure il giorno comunemente detto “dei morti” non nasce con la Chiesa cattolica, ma secoli dopo, in un contesto spirituale specifico.  

Come è accaduto per altre ricorrenze della liturgia cristiana, il calendario della Chiesa si è “sovrapposto” a rituali pagani. Che in effetti erano presenti in tempi molto antichi, ben prima dell’era volgare, per celebrare  la festa degli antenati - o dei defunti – proprio nei giorni che traghettavano ottobre verso gli inizi di novembre in un periodo che cadeva proprio tra la fine di ottobre e i primi di novembre. Perché?    Scuola Privata

Il libro della Genesi riferisce che il "diciassettesimo giorno del secondo mese", secondo l’antico calendario ebraico (nel nostro, novembre) Noè iniziò la costruzione dell’arca. Quindi, l’origine dei rituali legati ai defunti si perde nella notte dei tempi, quelli  travolti dal Diluvio Universale. È il ricordo di quanti ne furono travolti, come per scongiurare con riti apotropaici il ripetersi di un tale cataclisma.

In realtà, più avanti nel tempo, si scopre che civiltà lontane nello spazio e nel tempo hanno dato vita, ciascuna a suo modo, a riti e celebrazioni in onore delle anime dei defunti. In onore, sì, ma anche in ossequio al potere di quelli di essere benevoli nei riguardi dei vivi. Più paura e scaramanzia, dunque, che non pio senso della pietà.

Ma a chi o a che cosa si richiama direttamente la commemorazione cristiana?

La tradizione celtica è quella che ha impresso il proprio marchio in modo più intenso e uniforme su un vasto territorio. Nel calendario dei Celti la notte di Samhain – dedicata alle anime di tutti i defunti -  cadeva tra i giorni corrispondenti, oggi, al 31 ottobre e al 1 novembre.     Scuola Paritaria Milano

Quando, lentamente ma gradualmente, il cristianesimo si diffuse nelle popolazioni pagane, esso non riuscì però a far recidere tutti i legami che quelle popolazioni avevano e sentivano con le proprie tradizioni. La Chiesa, per così dire, accettò di piegarsi a una sorta di compromesso: includere le festività pagane nella propria liturgia (date comprese), ma arricchendole di un significato cristiano.

In questa ottica  papa Gregorio II, nell’anno 835, spostò la festa di Ognissanti  dal 13 maggio al 1° novembre, pensando. E più di un secolo e mezzo dopo, l’abate di Cluny, Odilo, collegava quella festività alla commemorazione dei defunti, ufficialmente sancita dal calendario cristiano il 2 novembre. Quanto alla scomparsa dei riti per esorcizzare la presenza dei defunti fra i vivi, si tratta di una battaglia che impegne       Scuola Tecnica Turismo


Istituto Paritario S. FreudScuola Privata Milano: Istituto Tecnico Informatico, Istituto Tecnico Turistico e Liceo delle Scienze Umane
Via Accademia, 26 Milano – Tel. 02.29409829 Virtuale fax 02.73960148 – www.istitutofreud.it
Scuola Superiore Paritaria Milano - Scuola Privata Informatica Milano
Scuola Privata Turismo Milano - Liceo delle Scienze Umane indirizzo Economico Sociale Milano
Contattaci per maggiori informazioni: [email protected]

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

INVIA COMMENTO