SCUOLA SUPERIORE PRIVATA PARITARIA
DECRETO N.338 MITF005006
DECRETO N.1139 MITNUQ500H
DECRETO N.2684 MIPMRI500E
IT EN

IL GIORNO - INTELLIGENZA ARTIFICIALE E ROBOTICA, QUANDO DIVENTA MATERIA DI STUDIO - DOTT. DANIELE NAPPO

4 novembre 2022

Con questo articolo il Dr. Daniele Nappo evidenzia l’importanza di un apprendimento che sviluppi multidisciplinarietà, competenze digitali e laboratoriali al fine di acquisire l’attitudine a lavorare in modo autonomo.

 

Alla scuola superiore paritaria milanese Sigmund Freud dallo scorso anno, come  ampliamento dell’offerta formativa, si insegna già dal primo anno Intelligenza Artificiale e Robotica: discipline molto interessanti che permettono di avere strumenti e metodi funzionali con l’utilizzo di laboratori durante le lezioni e con un impianto di progettualità.

Studenti e docenti sono focalizzati su mezzi che offrono attivamente il processo di una nuova dimensione ossia quello della multidisciplinarietà e della verticalità, tramite lo sviluppo del pensiero critico e della competenza digitale interfacciandosi in maniera diversa ai percorsi di formazione.

Si sviluppano di fatto oltre alle tipiche attività laboratoriali anche quelle motivazionali, ingenerate quando lo studente è di fronte alla costruzione di un modello artificiale instaurando con esso un rapporto di appartenenza che lo incentiva ad affrontare e a cercare soluzioni migliorative; la contestualizzazione delle conoscenze attraverso la pratica favorisce l’attivazione di processi di inferenza.

Queste materie aiutano la trasversalità delle discipline, stimolando la rielaborazione della conoscenza acquisita e il suo utilizzo in contesti diversi.

Tali attività si fondano dal punto di vista pedagogico sull’azione del giovane che diventa il motore dell’apprendimento. Se il processo viene adeguatamente sostenuto può generare una maggiore consapevolezza dell’apprendimento personale e favorire lo sviluppo di dinamiche metacognitive. L’azione, infatti, si basa sulla costruzione da parte dello studente di artefatti cognitivi/oggetti.

Gli oggetti e il loro processo di costruzione si configurano come una vera e propria attività laboratoriale complessa. L’insegnante guida e affianca lo studente permettendogli di sviluppare percorsi di apprendimento personalizzati, supportandolo quando si ferma, lasciandolo libero di provare, sbagliare, riprovare e migliorare.

Senza dubbio, questo tipo di attività favorisce un’azione di innovazione curricolare agendo su due assi ben precisi: la verticalità e l’interdisciplinarità.

L’uso di mediatori robotici e di attività di coding come l’IA crea interessanti occasioni di progettazione didattica da parte dei docenti e il conseguente coinvolgimento dei ragazzi. L’altro asse di intervento è quello che riguarda la progettazione dell’interdisciplinarità, dove le conoscenze disciplinari servono per attivare percorsi di lavoro e di creazione da parte degli studenti.

In special modo ci si indirizza nella rilevazione di tutto ciò che riguarda lo sviluppo del pensiero critico e dell’attitudine a lavorare in modo autonomo, tenendo conto delle complessità dell’attività proposta.

Scuola-Paritaria-Sigmund-Freud-Milano-MI-Liceo-Scienze-Umane-LES-Tecnico-Tecnologico-Informatico-INFO-Tecnico-Economico-Turistico-TUR


Istituto Paritario S. Freud – Scuola Privata Milano: Istituto Tecnico Informatico, Istituto Tecnico Turistico e Liceo delle Scienze Umane
Via Accademia, 26/29 Milano – Viale Fulvio Testi, 7 Milano – Tel. 02.29409829 Virtuale fax 02.73960148 – www.istitutofreud.it
Scuola Superiore Paritaria Milano - Scuola Privata Informatica Milano
Scuola Privata Turismo Milano - Liceo delle Scienze Umane indirizzo Economico Sociale Milano
Contattaci per maggiori informazioni: [email protected]

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


INVIA COMMENTO

PARLA CON NOI

Chatta con noi Chatta con noi