Le ultime
di Sigmund
Blogger
Ist. Freud
L'occhio
di Freud
SCUOLA SUPERIORE PRIVATA PARITARIA
DECRETO N.388 MITF005006
DECRETO N.1139 MITNUQ500H
DECRETO N.2684 MIPMRI500E
IT EN

Inserire i big data nelle scuole, perché?scuola Freud

7 marzo 2016

Big data

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Big data è il termine usato per descrivere una raccolta di dati così estesa in termini di volume, velocità e varietà da richiedere tecnologie e metodi analitici specifici per l'estrazione di valore.[1]

Il progressivo aumento della dimensione dei dataset è legato alla necessità di analisi su un unico insieme di dati, con l'obiettivo di estrarre informazioni aggiuntive rispetto a quelle che si potrebbero ottenere analizzando piccole serie, con la stessa quantità totale di dati. Ad esempio, l'analisi per sondare gli "umori" dei mercati e del commercio, e quindi del trend complessivo della società e del fiume di informazioni che viaggiano e transitano attraverso internet

Due stati federali nordamericani hanno iniziato a sviluppare nuovi modelli didattici, personalizzati sulla base dei dati di apprendimento degli studenti.

 

Mentre il mondo della SCUOLA IN ITALIA è concentrato sulla questione della riforma di Renzi e dei supplenti, negli Stati Uniti l’utilizzo dei BIG DATA IN aula sta diventando sempre più una realtà.

Gli stati federati dell’Oregon e del Delaware sono i pionieri (finanziati e incentivati) di un avvicinamento innovativo all’istruzione basato sui dati, grazie a cui sono in fase di sviluppo nuovi modelli per la didattica.

Le aziende hi-tech che si occupano di istruzione a tutti i livelli, infatti, stanno cercando di capire come sfruttare al meglio i Big Data per rendere l’apprendimento più efficace, con proposte che vanno dai corsi online ai test di verifica personalizzati. 

KNEWTON una piattaforma adattiva che raccoglie i dati in tempo reale sulla base delle abitudini di apprendimento degli studenti, ha ricevuto un finanziamento da 105 milioni di dollari per realizzare una struttura in grado di prevedere in quali aree temi gli studenti avrebbero trovato più difficoltà.

L’obiettivo è creare un impianto d’insegnamento più intelligente e dinamico, su misura per gli studenti e capace di adeguarsi alle esigenze individuali.

Secondo uno studio condotto negli Stati Uniti da THE NEW AMERICA FOUNDATION ’87% degli insegnanti USA ritiene che l'indagine dei dati ottenuti dal osservazione degli studenti possa essere un importante strumento di cui servirsi per ottimizzare l’insegnamento in aula. La possibilità di tenere sotto controllo gli sviluppi degli studenti e di adattare le difficoltà in base al loro livello potrebbe, sempre secondo gli autori dello studio, contribuire anche alla riduzione dei tassi di abbandono della scuola

 

Istituto Paritario S. Freud, Scuola privata a Milano per: indirizzo Tecnico Tecnologico Informatico e indirizzo Tecnico Economico Turismo Istituto Tecnico Informatico: una scelta vincente Istituto Tecnico Turismo: uno sguardo al futuro Scuola Paritaria S. Freud, la tua Scuola Privata a Milano Istituto Superiore Tecnico: Scegli e Diventa Perito INFORMATICO e TURISTICO 20131 Milano Via Accademia 26 www.istitutofreud.it

 

 


Istituto Paritario S. Freud – Scuola Privata Milano: Istituto Tecnico Informatico, Istituto Tecnico Turistico e Liceo delle Scienze Umane
Via Accademia, 26 Milano – Tel. 02.29409829 Virtuale fax 02.73960148 – www.istitutofreud.it
Scuola Superiore Paritaria Milano - Scuola Privata Informatica Milano
Scuola Privata Turismo Milano - Liceo delle Scienze Umane indirizzo Economico Sociale Milano
Contattaci per maggiori informazioni: [email protected]

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

INVIA COMMENTO