Le ultime
di Sigmund
Blogger
Ist. Freud
L'occhio
di Freud
SCUOLA SUPERIORE PRIVATA PARITARIA
DECRETO N.388 MITF005006
DECRETO N.1139 MITNUQ500H
DECRETO N.2684 MIPMRI500E
IT EN

SCUOLA FREUD – ISTITUTO FREUD - IL CAPITALE UMANO DELLE STARTUP INNOVATIVE ITALIANE

2 marzo 2018

SCUOLA FREUD – ISTITUTO FREUD

Tecnico Tecnologico Informatico – Tecnico Economico – Liceo Economico Sociale

IL CAPITALE UMANO DELLE STARTUP INNOVATIVE ITALIANE

Uno studio del MISE evidenzia diverse curiosità riguardanti gli startup per del nostro Paese

Un recente studio pubblicato dal MISE in collaborazione con l’Istat sulle startup italiane ha evidenziato anche le principali risultanze emerse riguardanti il background familiare, lavorativo e di istruzione dei soci e dei dipendenti delle startup; nonché le motivazioni che hanno spinto i fondatori delle startup ad intraprendere l’attività imprenditoriale. I 4.363 soci operativi delle imprese rispondenti sono di genere maschile nell’82 per cento dei casi e presentano un’età media di quarantatré anni.

Hanno conseguito dei titoli di studio pari o superiore alla laurea triennale nel 72,8 per cento dei casi, per lo più in materie tecnico-ingegneristiche ed economico- manageriali, con una concentrazione molto più alta di soci con master e dottorato tra le startup che presentano il codice Ateco Ricerca e Sviluppo (R&S).Scuola Tecnico Economico Turismo Freud
E’ stimolante notare come la maggior parte dei soci laureati (88 per cento) dichiari di svolgere mansioni coerenti con il proprio percorso di studi e come il 50 per cento di coloro che hanno avuto esperienze professionali prima di fondare una startup (l’87,1 per cento dei soci) svolga nella stessa delle attività in linea con i precedenti impieghi. La quasi totalità dei soci (96 per cento) dichiara altresì di conoscere almeno un’altra lingua oltre l’italiano (l’inglese nella maggior parte dei casi, seguito dal francese e dallo spagnolo), mentre la metà ha fatto esperienze di studio o lavoro in altri Paesi.

Il radicamento territoriale dei soci appare molto elevato: per l’83 per cento la regione sede della startup è la medesima nella quale sono state condotte le principali esperienze formative o lavorative. I contesti familiari di provenienza si caratterizzano per una forte eterogeneità: meno della metà (40,5 per cento) dei rispondenti dichiara di avere un padre imprenditore o lavoratore autonomo, percentuale che scende al 16 per cento se si considera la madre.Dal punto di vista motivazionale, la ragione soggiacente all’avvio dell’impresa che ricorre con maggiore frequenza è la realizzazione di prodotti o servizi innovativi, seguita dall’ambizione di avviare un’impresa di successo e redditizia. Infine, la metà dei soci dichiara che l’avvio della startup non ha ancora prodotto effetti rilevanti sul proprio reddito.Istituto Informatica Milano

Spostando la lente sui dipendenti delle startup innovative, emerge come il 59,4 per cento delle imprese intervistate ne impieghi almeno uno, per un totale di 5.704. Circa la loro metà è di età compresa tra i 25 e i 34 anni, e circa tre su quattro sono uomini. Da notare che quasi 1.500 dipendenti sono soggetti a forme contrattuali atipiche, per lo più contratti a progetto, e che l’incidenza dei dipendenti donna è decisamente più bassa tra i dirigenti che tra gli impiegati e i tirocinanti. Il titolo di studio più diffuso è il diploma di scuola superiore e l’area quel professionale tecnologico-ingegneristica.

Come per i soci, il radicamento territoriale è molto pronunciato, mentre la coerenza tra mansioni ricoperte e ambito di studio aumenta con l’aumentare del livello d’istruzione. Analizzando le variazioni territoriali e settoriali secondo il genere e dell’età emerge che vi sono in proporzione più soci donna nelle startup del Centro e del Mezzogiorno e in quelle operanti nel settore R&S (soprattutto per le classi di età 25-34 e 35-44 anni) e Consulenza gestionale, mentre la prevalenza maschileE’ più forte nei settori Software (particolarmente per la classe di età 45-64 anni) e Macchinari. Quest’ultimo, insieme alle Altre attività di consulenza, tende a presentare soci più maturi (over 45), mentre gli under 35 sono relativamente più concentrati nei settori dell’Elaborazione dati e del Design. Il rapporto presenta un approfondimento circa le caratteristiche socio-economiche dei soci effettuato mediante una cluster analysis, giungendo a profilare 5 raggruppamenti sulla base di variabili sociodemografiche quali genere, età, titolo di studio, conoscenza di almeno una lingua straniera ed esperienza all’estero.Istituto Tecnico Privato Freud Milano

 


Istituto Paritario S. Freud – Scuola Privata Milano: Istituto Tecnico Informatico, Istituto Tecnico Turistico e Liceo delle Scienze Umane
Via Accademia, 26 Milano – Tel. 02.29409829 Virtuale fax 02.73960148 – www.istitutofreud.it
Scuola Superiore Paritaria Milano - Scuola Privata Informatica Milano
Scuola Privata Turismo Milano - Liceo delle Scienze Umane indirizzo Economico Sociale Milano
Contattaci per maggiori informazioni: [email protected]

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

INVIA COMMENTO