Le ultime
di Sigmund
Blogger
Ist. Freud
L'occhio
di Freud
Quotidiano
in classe
Repubblica
@scuola
SCUOLA SUPERIORE PRIVATA PARITARIA
DECRETO N.388 MITF005006
DECRETO N.1139 MITNUQ500H

Perchè scegliere Noi

Un ruolo sempre più decisivo, assume la scuola, che rimane ambito privilegiato di formazione e sperimentazione del nuovo e che oggi più che mai deve saper operare in sincronia con un territorio e una società aperti ,che richiedono agli operatori attitudini e competenze sempre più specifiche e complesse.

LA SCUOLA PARITARIA "SIGMUND FREUD"

Opera da svariati anni nel campo della formazione; il nostro scopo è di accompagnarti in modo sereno lungo la via del sapere, per permetterti di valorizzare Le tue capacità, vincere ogni ostacolo e farti conseguire il Diploma. In questi anni abbiamo accresciuto la nostra esperienza attraverso il quotidiano confronto con chi ha contato su di Noi per il raggiungimento di mete concrete; realizzate con un percorso di studi quinquennale seguendo un piano educativo che ponga reale attenzione alle specifiche esigenze formative dell’individuo.

La sede scolastica, situata in zona centrale di Milano, ben servita da mezzi pubblici, dispone di ampi e luminosi spazi; il tutto è adatto ad accogliere chi desidera realizzare il conseguimento del  

Diploma Tecnico Tecnologico ad indirizzo Informatico      

Diploma Tecnico Economico  ad indirizzo Turismo           

Diploma Liceo delle Scienze Umane economico sociale

La scuola paritaria svolge un servizio pubblico, improntato ai principi costituzionali ed è aperta a tutti. Il progetto educativo identifica la singola scuola esprimendo l’eventuale orientamento culturale. Il piano dell’offerta formativa determina il curricolo obbligatorio per gli alunni (nella quota definita a livello nazionale e nella quota riservata) e programma le attività extracurricolari.
Il riconoscimento della parità esige che il servizio scolastico erogato corrisponda agli ordinamenti generali dell’istruzione, sia coerente con la domanda formativa delle famiglie e sia caratterizzato da requisiti di qualità ed efficacia.
La scelta della scuola superiore dopo la terza media è uno dei momenti più difficili e delicati non solo nel percorso scolastico di uno studente, ma anche nella vita stessa della persona.
Scegliere una scuola vuol dire, infatti, iniziare a porre le basi culturali e professionali per un futuro lavoro, ma spesso a 13-14 anni non si ha ancora chiara l’idea di ”cosa fare da grande”.
Diviene sempre più importante saper scegliere: l’offerta formativa sul territorio nazionale e provinciale è sempre più ampia e diversa, per rispondere alle inclinazioni di tutti e di ciascuno.
D’altra parte, la grandissima opportunità offerta agli studenti, si può trasformare in un ingarbugliato intrico di dubbi e di paure, nelle quali è facile perdersi, più che ”orientarsi”.
 

Viviamo tempi nei quali le linee di forza del cambiamento in ambito economico e tecnologico sembrano subire continue e repentine accelerazioni. La nostra società muta sotto i nostri occhi, tende a farsi sempre più complessa e articolata e il fatto di vivere ormai in una sorta di rete globale di rapporti e interconnessioni ci costringono a raccogliere e superare sfide che soltanto pochi anni fa parevano improponibili o oltremodo di là da venire. Anche realtà territoriali una volta periferica sono divenuti rapidamente ingranaggi importanti di una macchina complicata e in perenne evoluzione che tendenzialmente trova punti d’appoggio e di raccordo nell’intero globo.

Un ruolo sempre più importante, in una tale situazione, assume la scuola, che rimane ambito privilegiato di formazione e sperimentazione del nuovo e che oggi più che mai deve saper operare in sincronia con un territorio e una società aperta che richiede, attitudini e competenze sempre più specifiche e complesse.

SCUOLA PARITARIA

Il termine paritario conferisce ad una scuola privata la stessa qualifica della scuola pubblica; svolge un servizio pubblico improntata ai principi costituzionali ed è aperta a tutti. Il riconoscimento della parità esige che il servizio scolastico erogato corrisponda agli ordinamenti generali dell’istruzione, sia coerente con la domanda formativa delle famiglie e sia caratterizzato da requisiti di qualità e efficacia.

Ciò significa:

  • Identici percorsi didattici della scuola pubblica
  • Pieno valore legale del diploma conseguito
  • Esami di Stato conclusivo in sede
  • Accesso a tutte le facoltà universitarie

L’iscrizione ad una scuola PARITARIA inoltre permette di ricevere dalla Ragione Lombardia un sostegno alla scelta, un sostegno al reddito, un sostegno al merito ed un sostegno alla disponibilità.
In più il nostro Istituto rende possibile una didattica individuale per il contenuto numero di alunni di cui le classi sono formate, evitando il fenomeno di spersonalizzazione cui le classi troppo numerose sono inevitabilmente soggette. Una scuola paritaria rappresenta così una garanzia di qualità. Approfondisci.

IDENTITA’

L’Istituto, in coerenza con la sua Storia, pone al centro della sua attività il giovane alunno in crescita che deve diventare attore protagonista del suo percorso di formazione offrendo allo stesso una vasta gamma di possibilità formative coerenti con le esigenze del territorio e attente alle indicazioni europee.
La Scuola, visto come comunità educativa intende interagire con la più vasta comunità sociale e civile, per concorrere con gli altri soggetti allo sviluppo della personalità degli studenti, perché persone, cittadini e lavoratori.

Per questo lo STUDENTE è posto al centro d’ogni intervento finalizzato ad innalzare il livello culturale e a promuovere il successo scolastico e formativo.

In quest’ottica c’è uno sforzo costante di tutte le forze che operano nell’Istituto per:
1) Un adeguamento costante dell’offerta formativa alle esigenze dell’utenza e della società.
2) Un arricchimento dell’offerta culturale e professionale rispetto alle concrete esigenze emergenti a livello locale.


Per rispondere adeguatamente ai bisogni degli studenti i CONSIGLI DI CLASSE e il COLLEGIO DOCENTI elabora e controllano la programmazione didattico-educativa.
L’insegnante è la risorsa fondamentale per la realizzazione degli obbiettivi didattico-educativi: egli trasmette saperi e contribuisce all’azione formativa e all’accrescimento umano e culturale degli studenti.


La Scuola riconosce il rilevante valore della FAMIGLIA dello studente- utente con la quale si tende ad instaurare un rapporto di collaborazione per sostenere i ragazzi nel percorso formativo per evitare loro momenti di vuoto, isolamento e difficoltà.
L‘Istituto attraverso le sue attività promuove la più ampia collaborazione con le agenzie del territorio, con gli enti locali, con le associazioni professionali e con il mondo universitario.

 


 


Istituto Paritario S. FreudScuola Privata Milano: Istituto Tecnico Informatico, Istituto Tecnico Turistico e Liceo delle Scienze Umane
Via Accademia, 26 Milano – Tel. 02.29409829 Fax 02.29408845 – www.istitutofreud.it
Scuola Superiore Paritaria Milano - Scuola Privata Informatica Milano
Scuola Privata Turismo Milano - Liceo delle Scienze Umane indirizzo Economico Sociale Milano
Contattaci per maggiori informazioni: info@istitutofreud.it

FAMIGLIA LOPEZ

12/07/2017

In queste poche righe voglio esprimere la mia sincera riconoscenza e il ringraziamento della famiglia Lopez per tutto quanto l’Istituto Freud ha fatto per Santiago in questo anno scolastico appena concluso.
Dal Preside al personale di segreteria, a tutto il corpo Docenti, tutti si sono dimostrati sempre attenti e presenti in ogni fase e aspetto della vita scolastica e, per quanto possibile, anche al di fuori dell’ambito didattico.
Il vostro non è stato semplicemente un lavoro ben fatto, con valide competenze professionali, ma in particolare nel caso di Santiago il vostro impegno è andato ben oltre l’ambito didattico.
Come sapete, purtroppo nel corso dell’anno scolastico Santiago ha dovuto affrontare in sequenza due situazioni personali pesantissime, che avrebbero sicuramente compromesso l’esito scolastico, e non solo.
Senza il vostro impegno e supporto, spesso anche psicologico, Santiago non ce l’avrebbe fatta.
Un ringraziamento particolare voglio esprimerlo alla professoressa Ferro, che ha avuto un ruolo decisivo nel “mantenere a galla” Santiago: sempre presente ogni qualvolta occorresse un consiglio, un incoraggiamento, una parola amica nei momenti peggiori. A qualsiasi orario della giornata o sera non ha mai mancato di rispondere quando Santiago aveva bisogno, e di questo gli sarò sempre riconoscente.
Questo è il modo giusto fi fare la Buona Scuola, quella che gli studenti porteranno con affetto nel cuore negli anni a venire.
Con l’augurio di continuare ad operare con questi valori anche in futuro, di nuovo un immenso GRAZIE.


Gianpiero Stanzione
Famiglia Lopez

LORENZO MITAC

18/01/2016

la scuola Freud , è un ambiente dinamico un posto di lavoro è piacevole frequentarla e la consiglio a tutti perché Non ci si può che trovare bene con tutte le persone che lavora qui grazie

CESARE DESTRO

05/04/2015

ho frequentato questa scuola x 5 anni , mi sono diplomato e ora sono all'Università , posso solo dire bene della preparazione che mi è stata data

MARIALUISA

26/10/2014

SONO LA MAMMA DI UNA RAGAZZA CHE STA FREQUENTANDO LA 3° MEDIA, STO GUARDANDO QUESTI COMMENTI E SONO MOLTO BELLI, MI ATTIVERÒ PER AVERE PIU INFORMAZIONE TELEFONANDO ALLA SEGRETERIA MI DISPIACE DI AVER PERSO L'OPEN DAY, CREDO CHE QUESTA SCUOLA SIA QUELLA DI CUI HA BISOGNO MIA FIGLIA.

STEFANO

18/01/2014

Ricominciare è una parola ricca di significati, e penso che chiunque nella vita arrivi al punto di valutare la propria esistenza; raramente si è soddisfatti pienamente, per cui molti vorrebbero tornare indietro e poter cambiare determinati passaggi della vita trascorsa. Nel mio piccolo, finora a solo quattordici anni, mi sono ritrovato l’anno scorso di fronte ad un enorme problema: la scuola secondaria di primo grado che ho frequentato non si era mai accorta che avevo delle difficoltà, con le quali combattevo ogni giorno, sacrificando tutto me stesso. Per un ragazzo di terza media è difficile sapere già cosa si vorrebbe fare da grande ma il mio chiodo fisso è sempre stata l’informatica. Purtroppo nella scuola che frequentavo hanno svolto dei test attitudinali non completi su tutti gli indirizzi scolastici, ma si sono limitati a quelli che avevano all’interno del loro Istituto; quindi mi hanno consigliato un liceo classico, poiché sono portato per le materie umanistiche. La cosa sinceramente non mi è mai interessata più di tanto, lo facevo solo per i miei genitori. Verso la fine dello scorso anno scolastico si è scoperto durante un colloquio tra mia madre e l’insegnante d’Italiano che le mie difficoltà potevano essere dovute a una disgrafia e discalculia. Pertanto mia mamma si è subito attivata per accertare quanto diagnosticato, sebbene la scuola non volesse. Dopo vari incontri con la neuropsichiatra è risultato che sono gravemente disgrafico e discalculico. L’inizio del nuovo anno scolastico è stato un vero e proprio incubo, non sapevo più dove sbattere la testa; la tristezza ormai era diventata la mia compagna e mi sentivo molto scoraggiato. Ogni tanto sognavo di poter tornare indietro e scegliere la scuola che veramente mi piaceva, ma l’atteggiamento di mio padre e della scuola che frequentavo mi hanno solo fatto perdere tempo. Ad un certo punto mia madre, non potendomi più vedermi sempre così abbattuto, è diventata il mio prezioso alleato e insieme abbiamo lottato per poter cambiare scuola. Oggi posso dire che sto ricominciando a vivere, a credere in me stesso e nelle mie capacità serenamente, consapevole d’essere un soggetto con DSA, ma in questa scuola riescono a darmi la forza d’andare avanti, sono tutti insegnanti molto bravi e preparati che amano il loro lavoro. Ricominciare da zero per me in questo momento seppur difficile è stato una vera liberazione, voltare pagina mi ha reso in un certo modo più grande, rafforzando il mio spirito e dandomi la possibilità di rimettermi in gioco. Cinque anni sono tanti, ma quando sei motivato a raggiungere il tuo obiettivo; ogni sacrificio pesa meno, perché in fondo al tuo cuore senti che tutto ciò può condurti a coronare uno dei tuoi sogni più grandi.

Mattia Utti

05/10/2013

Vorrei ringraziare tutti, dai Professori alla segreteria, per questi tra anni e mezzo passati insieme. Dopo le difficolt à riscontrate nella scuola pubblica, per caso scoprii su internet l’Istituto S. Freud. Oggi 5 luglio 2013, con il diploma di perito informatico finalmente acquisito, posso dire di aver preso la decisione migliore possibile. Qui ho trovato Professori veramente interessati e appassionati ai propri studenti e un ambiente “familiare” e accogliente che mi ha permesso di terminare in modo ottimo il mio percorso di studio.

CESARINA CANEVARI

15/09/2012

sono la mamma di uno studente che ha frequentato questa scuola è si è diplomato lo scorso anno
posso dire che che l'educazione ,il rispetto e per le regole fanno crescere i ragazzi anche sul lato personale …ho trovato un ambiente aperto al dialogo educativo

PARIDE DETTORI

18/03/2012

IO HO SCELTO IL FREUD e HO FATTO BENE grazie a tutti davvero !!!!!!!!!!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

INVIA COMMENTO