Le ultime
di Sigmund
Blogger
Ist. Freud
L'occhio
di Freud
SCUOLA SUPERIORE PRIVATA PARITARIA
DECRETO N.388 MITF005006
DECRETO N.1139 MITNUQ500H
DECRETO N.2684 MIPMRI500E
IT EN

“Visita alla Pinacoteca di Brera” – allievi classe III A – Scuola Privata “S. Freud”-

Martedì 26 novembre 2013 gli studenti della classe III A dell’Istituto Paritario “S. Freud” hanno partecipato all’uscita didattica “Visita alla Pinacoteca di Brera”.

Gli alunni sono stati accompagnati dal loro docente di Italiano, il Prof. Ponti, il quale ha illustrato in modo particolareggiato ai suoi ragazzi le opere esposte nel celebre museo meneghino.

Gli studenti hanno ammirato numerosi capolavori del Rinascimento quali i quadri del Mantegna, Piero della Francesca, Veronese, Tiziano, Tintoretto, Lotto.

Primi tra tutti per gradimento sono stati lo “Sposalizio della Vergine” di Raffaello e la “Cena di Emmaus del Caravaggio”, straordinario dipinto inserito in una mostra specifica su ‘600 Lombardo.

Il famoso “ Bacio” di Francesco Hayez, capolavoro dell’artista del XIX secolo ha destato molta ammirazione nei ragazzi, in quanto espressione di amore e romanticismo.

In una sala a parte gli studenti hanno avuto contemplato anche  alcuni dipinti di Boccioni, Carrà, De Pisis, Sironi, Ricasso, Morandi, Modigliàni e Braque, opere facenti parte di una collezione privata e donata alla Pinacoteca.

Terminata la visita alla Pinacoteca, gli studenti hanno raggiunto il Castello sforzesco dove hanno visionato la struttura e le aree cortilizie; infine,  visitando il Museo del Castello i ragazzi hanno ammirato un affresco a soffitto di Leonardo e la famosa Pietà Rondanini, opera incompiuta del Buonarroti.

 

 

Museo di statura internazionale, la Pinacoteca di Brera nacque a fianco dell’Accademia di Belle Arti, voluta da Maria Teresa d’Austria nel 1776, con finalità didattiche. Doveva infatti costituire una collezione di opere esemplari, destinate alla formazione degli studenti.

Quando Milano divenne capitale del Regno Italico la raccolta, per volontà di Napoleone, si trasformò in un museo che intendeva esporre i dipinti più significativi provenienti da tutti i territori conquistati dalle armate francesi. Brera quindi, a differenza di altri grandi musei italiani, come gli Uffizi ad esempio, non nasce dal collezionismo privato dei principi e dell’aristocrazia ma da quello politico e di stato.

Infatti a partire dai primi anni dell’Ottocento, anche in seguito alla soppressione di molti ordini religiosi, vi confluirono i dipinti requisiti da chiese e conventi lombardi, cui si aggiunsero le opere di identica provenienza sottratte ai vari dipartimenti del Regno Italico. Questa nascita spiega la prevalenza, nelle raccolte, dei dipinti sacri, spesso di grande formato e conferisce al museo una fisionomia particolare, solo in parte attenuata dalle successive acquisizioni.


Istituto Paritario S. Freud – Scuola Privata Milano: Istituto Tecnico Informatico, Istituto Tecnico Turistico e Liceo delle Scienze Umane
Via Accademia, 26 Milano – Tel. 02.29409829 Virtuale fax 02.73960148 – www.istitutofreud.it
Scuola Superiore Paritaria Milano - Scuola Privata Informatica Milano
Scuola Privata Turismo Milano - Liceo delle Scienze Umane indirizzo Economico Sociale Milano
Contattaci per maggiori informazioni: [email protected]

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


INVIA COMMENTO