Le ultime
di Sigmund
Blogger
Ist. Freud
L'occhio
di Freud
SCUOLA SUPERIORE PRIVATA PARITARIA
DECRETO N.388 MITF005006
DECRETO N.1139 MITNUQ500H
DECRETO N.2684 MIPMRI500E

USCITA DIDATTICA "ILIADE" -CLASSI PRIME INFORMATICA E TURISMO- LES OPZIONE ECONOMICO SOCIALE FREUD

Nelle date giovedì 11 gennaio 2018 e venerdì 12 gennaio 2018  tutte le classi prime dell'indirizzo Tecnico Tecnologico Informatica e Tecnico Economico Turismo della Scuola S. Freud hanno preso parte alla visione della rappresentazione teatrale “ILIADE” a cura della compagnia di Corrado d’Elia, presso il Teatro Litta, sito a Milano in Corso Magenta, 24.

"Tutto quello che vidi quel giorno, da lontano, e che sentii raccontare, voglio che l’ascoltiate, ora, se volete capire"- Iliade, Alessandro Baricco. 

"L’Iliade è uno dei pilastri della letteratura occidentale. Nei suoi versi sono racchiusi insieme l’archetipo e il paradigma del nostro sentire, i fondamenti della nostra cultura. È l’origine, il modello, il conio da cui ancora oggi muoviamo per raccontare e immaginare le nostre passioni e la nostra storia.

È il coraggio delle parole, il loro senso più vero, più puro, il peso del logos di fronte alla perdita di significato che ogni giorno racconta il nostro tempo.  È il luogo dell’anima dove ogni parola diventa argomento e ogni verso una storia, l’antico che si fa contemporaneo, l’ancestrale che si incarna nel tempo nuovo.

È la coscienza rivelata del silenzio. Non solo quindi la cronaca della prima grande guerra di cui abbiamo notizia, ma il suo straordinario percorso di umanità e di contemporaneità. Ascoltare Iliade davanti ad un moderno cantore, ad un nuovo aedo, vuol dire ripercorrere quel filo che collega mito, epica, narrazione e presente. I sentimenti degli esseri umani non hanno tempo. E l’amore e l’odio che Omero cantava, le gesta dei grandi uomini, le loro passioni, sono i medesimi di oggi con la stessa potenza dirompente e il loro essere sentimenti assoluti. L’umanità del mito dunque, di cui ancora oggi ognuno di noi è intriso fino al midollo.

 

Racconta la Prof.ssa Letizia Marengon, docente accompagnatrice dell'uscita:

"Nel trascorrere del tempo una cosa rimane costante tra le tempeste, gli sconvolgimenti politici-sociali, le scoperte e le grandi conquiste degli uomini. Cuore, sentimenti e desideri sono la costante sommessa o forse il vero motore di tutta la storia. Per riscoprire oggi il valore della lealtà, dell'amicizia o dell'ira, l'aggressiva violenza di Achille, non serve essere un eroe o un semidio sul pianoro di Troia ma sono elementi presenti e vivi sui banchi di scuola. All'istituto S.Freud di via Accademia amicizia, onore, virtù e passioni connotano l'animo di ogni adolescente e dei professori che li accompagnano.

Per riconoscere l'eco eterno di quelle vicende abbiamo deciso di diventarne spettatori grazie alla voce dell'attore Corrado D'Elia,  nella splendida cornice del Teatro Litta in via Magenta a Milano. Informatici e studenti dell'indirizzo economico turistico alla prima annualità hanno potuto ascoltare lo struggimento del vecchio Priamo, sconvolto dalla morte del caro figlio Ettore, l'amore di Andromaca, madre innamorata e sposa fedele e la forza e l'onore dovuto alla propria patria, sentimento, capace di superare anche i legami familiari più profondi. 

L'Iliade ci è stata mostrata in un format teatrale minimal: solo la voce commossa o vivace, ora tonante o un solo sussurro come il rumore delle onde davanti alle mura di Troia. Questa capacità di attivare la nostra immaginazione attraverso il solo suono ha avvinto i nostri studenti. Non c'era scenografia, non c'erano costumi o effetti speciali che spesso confondono o distraggono: la poesia si è fatta parola e gesto. 

Come tutti gli adolescenti, abituati ad altri linguaggi e coinvolgenti rappresentazioni, i nostri allievi si sono fidati della proposta nuova e impegnativa dei loro docenti ne sono rimasti conquistati. 

Alla fine della rappresentazione l'attore si è mostrato disponibile ad un incontro dialettico con il suo pubblico chiedendo giudizi, impressioni o pareri. Gli studenti non si sono sottratti al confronto, domandando curiosi, come alcuni personaggi si sarebbero comportati nel proseguo della storia o il perché di alcune scelte sceniche.

La domanda più bella è stata proprio quella che ha rivelato l'altrimenti impossibile collegamento tra noi e i guerrieri troiani: "E qual è la scena che ami di più recitare? Quando ti senti più te stesso?

"Sono tante, quante le passioni del cuore:  quando Ettore saluta Andromaca o quando Priamo dolente si avvia nella tenda di Achille e gli bacia le mani che hanno ucciso suo figlio e la pietà vince il desiderio di vendetta".

«Fermeremo la guerra per darti il tempo di onorare tuo figlio, vecchio re». E poi mi prese la mano, e la strinse, e io non ebbi più paura".


Istituto Paritario S. FreudScuola Privata Milano: Istituto Tecnico Informatico, Istituto Tecnico Turistico e Liceo delle Scienze Umane
Via Accademia, 26 Milano – Tel. 02.29409829 Fax 02.29408845 – www.istitutofreud.it
Scuola Superiore Paritaria Milano - Scuola Privata Informatica Milano
Scuola Privata Turismo Milano - Liceo delle Scienze Umane indirizzo Economico Sociale Milano
Contattaci per maggiori informazioni: info@istitutofreud.it

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

INVIA COMMENTO