Le ultime
di Sigmund
Blogger
Ist. Freud
L'occhio
di Freud
SCUOLA SUPERIORE PRIVATA PARITARIA
DECRETO N.388 MITF005006
DECRETO N.1139 MITNUQ500H
DECRETO N.2684 MIPMRI500E
IT EN

Area di Progetto - Classe 5 A Informatica - Scuola Paritaria Freud

INFORMATICA

CLASSE: 5 A  INFORMATICA

TITOLO: La mia rete

DOCENTE REFERENTE: Prof.re Luigi Santino Pulvirenti

ANNO SCOLASTICO: 2017-2018


DESCRIZIONE

Le reti di telecomunicazione rappresentano ormai uno degli elementi più importanti della società globale odierna: esse rimuovono le barriere geografiche consentendo la comunicazione tra persone o calcolatori dovunque situati su questo pianeta. Servizi di telecomunicazione sempre più sofisticati, che trasportano a distanza non solo la voce, ma anche file dati o immagini video, sono ormai alla portata di tutti. Una rete di telecomunicazioni è un sistema che fornisce servizi relativi al trasferimento di informazioni ad una popolazione di utenti distribuiti geograficamente.

Le reti di telecomunicazioni sono vicine alla nostra esperienza quotidiana di uomini moderni: basti pensare alla rete telefonica, alla rete postale, alle reti per diffusione radio e TV, alle reti telematiche.

Alcune di queste reti sono di nuova concezione e quindi utilizzano tecnologie avanzate, tipicamente del settore elettronico (e in qualche caso anche della fotonica), mentre altre, come la rete postale, sono state in funzione per quasi due secoli e si basano su strumenti molto più tradizionali, quali i mezzi di trasporto.

Sappiamo inoltre che in tempi remoti sono esistite reti di telecomunicazioni basate su tecnologie diverse, come torri di avvistamento e segnali luminosi o bandiere (i castelli della Valle d'Aosta, la Grande Muraglia Cinese), segnali di fumo (caratteristici degli indiani americani), o segnali acustici (i tam-tam della giungla). Inoltre, verso la fine del secolo scorso erano state attivate reti telegrafiche basate su segnalazioni ottiche, utilizzando tralicci su cui venivano montati pannelli mobili azionabili al basso e visibili da lontano.

E' evidente una significativa differenza tra le reti citate ad esempio: le reti per diffusione radio e TV, i segnali di fumo ed i tam-tam costituiscono reti a diffusione e unidirezionali: infatti l'informazione viene distribuita da una sorgente a chiunque disponga di un apparato ricevitore, quindi a ogni utente della rete, indipendentemente dalla sua identità (diffusione). Non è inoltre possibile perla gran maggioranza degli utenti, che dispongono solo di un apparato ricevente, inviare informazioni ad altri.

Le reti telematiche, la rete telefonica, il sistema postale, sono invece reti a selezione e bidirezionali, infatti esse sono caratterizzate dalla possibilità per la sorgente dell'informazione di scegliere a quali interlocutori questa deve essere trasferita . Inoltre, tipicamente tutti gli utenti sono attrezzati sia per trasmettere sia per ricevere.

Le finalità del progetto sono le seguenti: Approfondire a livello laboratoriale, il funzionamento e i meccanismi progettuali e tecnici necessari al funzionamento dei dispositivi che permettono la realizzazione di una rete di calcolatori in modo da riuscire a progettare e realizzare praticamente un sistema distribuito di calcolatori e implementare  un databese e l’architettura web necessaria al suo corretto funzionamento e alla sua visualizzazione.

Il punto di partenza dell'area di progetto saranno le reti LAN. LAN significa Local Area Network (in italiano Rete Locale). Si tratta di un insieme di computer che appartengono ad una stessa organizzazione e collegati fra loro in una piccola area geografica da una rete, spesso attraverso una stessa tecnologia ( Ethernet è la più conosciuta). Una rete locale rappresenta una rete nella sua forma più semplice. La velocità di trasferimento dei dati di una rete locale può andare da 10 Mbps (per una rete Ethernet ad esempio) e 1 Gbps (in FDDI o Gigabit Ethernet ad esempio). La dimensione di una rete locale può arrivare fino a 100 e anche 1000 utenti. Allargando il contesto della definizione ai servizi che forniscono una rete locale, è possibile distinguere due modi di funzionamento :

 •in un ambiente égal à égal » (en anglais peer to peer, sigla P2P), nel quale la comunicazione si stabilisce da computer a computer senza un computer centrale e dove ogni computer ha un ruolo simile

 •in un ambiente « client/server », nel quale un computer centrale fornisce dei servizi in rete agli utenti.

Quest’ultimo caso sarà particolarmente approfondito, per quel che riguarda il progetto del sistema distribuito relativo alla rete LAN, ma anche per l’aspetto relativo alla progettazione di un’interfaccia web che permetta di interagire con un database relazionale contenete informazioni relative ad un scuola. Sara realizzata a livello pratico una rete lan di piccole dimensioni gestita da un server centrale e contenete una decina di host. Verrà trattato  anche l’aspetto progettuale a livello economico e la stima del tempo di vita di una rete di calcolatori. Infine il progetto verra relazionato in iglese.


Istituto Paritario S. Freud – Scuola Privata Milano: Istituto Tecnico Informatico, Istituto Tecnico Turistico e Liceo delle Scienze Umane
Via Accademia, 26 Milano – Tel. 02.29409829 Virtuale fax 02.73960148 – www.istitutofreud.it
Scuola Superiore Paritaria Milano - Scuola Privata Informatica Milano
Scuola Privata Turismo Milano - Liceo delle Scienze Umane indirizzo Economico Sociale Milano
Contattaci per maggiori informazioni: [email protected]

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


INVIA COMMENTO