Le ultime
di Sigmund
Blogger
Ist. Freud
L'occhio
di Freud
SCUOLA SUPERIORE PRIVATA PARITARIA
DECRETO N.388 MITF005006
DECRETO N.1139 MITNUQ500H
DECRETO N.2684 MIPMRI500E

Progetto Teatro

Metodi e linee guida della progettazione

Nella fase d’ideazione e organizzazione del Potenziamento Teatrale nell'ambito dell'offerta formativa dell’Istituto S. Freud si è stati suggestionati da alcuni criteri fondanti:le indicazioni offerte dal Profilo educativo culturale e professionale dello studente e la valorizzazione delle conoscenze e delle risorse interne alla scuola

Nella tradizionale didattica disciplinare, rispondente alle linee segnate dai programmi ministeriali,  argomenti di ambito umanistico letterario non sono affrontati secondo una prospettiva teatrale, bensì con un taglio prettamente e prevalentemente filologico e critico.

La piena cognizione da parte degli studenti della rilevanza storico-culturale del teatro risulta pertanto inevitabilmente unidimensionale, perché priva degli elementi concernenti la parte di performance, sostanziale e intrinseca al teatro.

Una seguente considerazione ha inoltre guidato l’ideazione del Potenziamento teatrale, ovvero l’arricchimento  di una didattica innovativa come apprendimento delle giovani generazioni. In tal senso le indicazioni offerte dal “Profilo educativo, culturale e professionale dello studente rilevano l’importanza che l’allievo consegua di un atteggiamento ‘creativo, progettuale e critico di fronte alle situazioni, mettono in luce la rilevanza formativa di una didattica capace di stimolare e sviluppare questi aspetti, inquadrabili in un “saper fare” che, non può essere disgiunto dal sapere teorico.

L’importanza di valorizzare le esperienze e le risorse interne hanno quindi costituito un ulteriore basilare elemento su cui imperniare la progettazione del Potenziamento teatrale.

Il “Profilo educativo” sottolinea inoltre come ogni Piano dell’offerta formativa debba svilupparsi anche attraverso il confronto tra istituzioni scolastiche e territorio: in tal senso, il coinvolgimento attivo nella progettazione e nella realizzazione dell’ indirizzo teatrale di componenti esterne alla scuola - centri di formazione teatrale, fondazioni, associazioni culturali… - attive nella realtà milanese ci è sembrato rispondesse a tale indicazione.

 

Obiettivi e Finalità

Premessa

La scansione degli argomenti e i contenuti stessi non sono stati pensati come rigidi e immutabili, bensì come ridefinibili e rimodulabili alla luce di un costante processo di monitoraggio e verifica da pare de l'equipe di progetto.

Punto fermo della progettazione dei temi dei laboratori è la loro relazione con i contenuti disciplinari dell'area storico-umanistica, relazione che si pone l'obiettivo di fare emergere proficuamente le implicazioni interdisciplinari.

Obiettivi generali dei LABORATORI

Si tratta di un insegnamento che nel biennio ha l'obiettivo di esplorare con un approccio pratico-performativo i fondamentali elementi dell’azione scenica dall’essenza dell’atto performativo, il corpo, la voce e il gesto, così da fornire agli studenti gli elementi base delle tecniche teatrali in una sfondo educativa globale e non necessariamente performativa.

Le attività laboratoriali del triennio, forti di questi presupposti tecnici, saranno incentrate sulla lettura interpretativa performativa ed espressiva di testi - non necessariamente teatrali o integrali - del patrimonio letterario inglese, classico e italiano.

Obiettivi generali della STORIA DEL TEATRO

Si tratta di un insegnamento di tipo teorico che, attraverso un percorso per generi intende fornire agli studenti il linguaggio specifico e le categorie essenziali per comprendere le linee dello sviluppo storico, culturale e sociale del teatro. Al termine del percorso di approfondimento triennale, lo studente dovrà aver acquisito le fondamentali coordinate storiche e culturali della storia del teatro europeo dalle origini al Novecento, conoscere gli autori e i testi teatrali più significativi di ciascun genere considerato, anche grazie alla lettura d testi e alla visione sia di spettacoli teatrali, sia di registrazioni di allestimenti significativi.

 

FINALITÀ

Biennio:

Il lavoro sul corpo, sulla voce e sul gesto nello spazio scenico ha l’obiettivo di favorire l'esplorazione delle possibilità espressive individuali e di gruppo attraverso la conoscenza e l'acquisizione di quelle Tecniche teatrali che, inizialmente svincolate dal testo, mostrino la loro vicinanza agli elementi su cui si fondano le origini dell'atto teatrale.

I Laboratori presentati per il biennio hanno quindi come obiettivo l'esplorazione individuale e collettiva degli ambiti e delle tecniche dell'improvvisazione della respirazione, della fonazione e del canto, per poi avvicinarsi alla parola e al testo attraverso la dizione e la lettura espressiva.

All'obiettivo di mettere in gioco l'ambito corporeo e le dinamiche relazionali si aggiunge quindi, a conclusione del primo biennio, quello di una prima esplorazione delle potenzialità espressive individuali collettive attraverso una pratica di lettura a voce alta capace di dare corpo e voce al testo.

Triennio:

Il lavoro sul testo che caratterizzerà il triennio, ha l'obiettivo di fornire gli strumenti per una comprensione complessiva dell'atto teatrale, integrando le competenze orientate sul versante corporeo, acquisite nel primo biennio e promuovendo un approccio drammaturgico al testo teatrale. Ulteriore ma non secondario obiettivo è costituito dall'approfondimento di conoscenze e competenze che favoriscano negli studenti il formarsi di un’attitudine interpretativa e critica, così da consentire loro di accostarsi consapevolmente al teatro come spettatori o, anche, come attori.

I Laboratori del triennio hanno quindi l’obiettivo di mettere in gioco più direttamente le competenze tecniche ed espressive degli studenti, stimolandone la creatività e approfondendo la conoscenza di tutti gli aspetti che concorrono all’atto scenico.

 

L’attivazione del Potenziamento Teatrale è resa possibile dal contributo economico di €140,00 all'anno da parte di ogni studente che vi aderisce.


Istituto Paritario S. FreudScuola Privata Milano: Istituto Tecnico Informatico, Istituto Tecnico Turistico e Liceo delle Scienze Umane
Via Accademia, 26 Milano – Tel. 02.29409829 Virtuale fax 02.73960148 – www.istitutofreud.it
Scuola Superiore Paritaria Milano - Scuola Privata Informatica Milano
Scuola Privata Turismo Milano - Liceo delle Scienze Umane indirizzo Economico Sociale Milano
Contattaci per maggiori informazioni: [email protected]

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

INVIA COMMENTO