Le ultime
di Sigmund
Blogger
Ist. Freud
L'occhio
di Freud
Quotidiano
in classe
Repubblica
@scuola
SCUOLA SUPERIORE PRIVATA PARITARIA
DECRETO N.388 MITF005006
DECRETO N.1139 MITNUQ500H

Impresa Formativa Simulata (IFS)

Le moderne strategie sostenute dall’Unione europea in campo educativo e formativo investono i paesi membri a sostenere e diffondere la ricerca e la sperimentazione di tecniche di apprendimento più dinamiche e interessanti, in grado di attrarre i giovani in direzione di livelli più̀ costruiti d’istruzione e di rinforzare i legami delle scuole con il mondo del lavoro, della ricerca e con la società̀ nel suo complesso.

Il modello dell’Impresa Formativa Simulata (IFS), rappresenta un’opportunità per apprendere in un ambiente operativo e organizzativo in tutto simile a quello aziendale, riducendo il periodo di permanenza dei giovani nell’impresa, senza rinunciare alla qualità che l’esperienza pratica aggiunge al percorso formativo.

Il progetto dell’Impresa Formativa Simulata, infatti, ha lo scopo di rendere gli studenti protagonisti del proprio processo di apprendimento, sviluppando in loro coinvolgimento e motivazione al fine di esprimere liberamente le proprie vocazioni, attitudini e potenzialità per compiere scelte più consapevoli. Il progetto si propone, inoltre, di sviluppare, in forma innovativa, una stretta collaborazione tra l’istituzione scolastica e una o più realtà del territorio in cui opera, al fine di attuare processi di simulazione aziendale e facilitare l’utilizzazione di metodologie per la definizione di una didattica basata sulla sperimentazione di una progettazione integrata con realtà aziendali locali.

Il modello su cui si basa il Progetto Rete telematica delle IFS consente agli allievi di operare nella scuola come se fossero in un’azienda. Ciò avviene attraverso la creazione, all’interno della scuola, di un’azienda laboratorio in cui è possibile rappresentare e vivere le funzioni proprie di un’impresa reale. Questo laboratorio è progettato e realizzato:

  • Secondo una logica di relazionalità̀ orizzontale, che rapporta il giovane verso altri soggetti pubblici e privati, in presenza e in rete telematica;
  • in funzione dell’ambiente locale di riferimento e del mercato globale.

 A ogni azienda simulata corrisponde un’azienda reale; le aziende simulate si costituiscono, comunicano e realizzano transazioni nella rete telematica, rispettando la normativa italiana come le aziende reali. Gli unici elementi non reali sono le merci e la moneta. Operare in simulazione aiuta i giovani a comprendere e analizzare i processi della gestione, le dinamiche e le tecniche di conduzione aziendale, tramite la metodologia di apprendimento del learning by doing.

L’attività̀ di laboratorio favorisce la qualità̀ dell’apprendimento e l’acquisizione della cultura d’impresa e, sebbene non possa, né intenda essere sostitutiva del periodo da trascorrere in un ambiente lavorativo reale, pone i giovani nella condizione di utilizzare le competenze acquisite e di verificare la corrispondenza tra modello simulato e quello reale.

Il progetto di simulazione aziendale promosso a livello nazionale – per struttura, metodologia e tecnologia utilizzata – valorizza, nell’integrazione con il mondo produttivo, le innovazioni già sperimentate dalle istituzioni scolastiche nella loro autonomia e con la collaborazione delle imprese e degli altri soggetti del territorio.

Esso intende favorire:

  • lo sviluppo di attitudini mentali rivolte alla soluzione di problemi ed alla valutazione di esperienze di processo, superando la tradizionale logica dell’attività̀ legata alla semplice applicazione di principi;
  • una nuova cultura dell’apprendimento, con una progressiva riduzione delle attività̀ in aula e un potenziamento della didattica in forma laboratoriale, che favorisce l’apprendimento in gruppo e agevola la cooperazione negli apprendimenti individuali;
  • un apprendimento organizzativo orientato alla valorizzazione delle capacità di autodiagnosi e di autosviluppo dei giovani;
  • la capacità di comprendere e analizzare situazioni complesse;
  • la capacità di compiere scelte valutando situazioni alternative;
  • le attitudini alla cooperazione e all’acquisizione della cultura d’impresa;
  • le opportunità di scambi commerciali e interculturali con studenti di altre realtà, di altri paesi, di altre culture;
  • l’attenzione dei giovani per l’aspetto etico nelle attività economiche.

Il motore del progetto è costituito dalla Centrale di Simulazione che vigila sull’applicativa della normativa vigente e fornisce alla rete i servizi di cui dispongono le imprese reali.

Attraverso la simulazione aziendale, gli alunni apprendono i procedimenti reali del processo di gestione aziendale, dall’acquisizione dei fattori produttivi all’amministrazione, fino alla fase di disinvestimento/vendita dei prodotti o servizi offerti. L’intero ciclo di gestione è eseguito in modo continuato nell’ambito dell’azienda, che diventa così luogo di apprendimento, ma soprattutto di applicazione di conoscenze e competenze
Il macro ambiente in cui opera l’azienda comprende il mercato internazionale delle imprese formative simulate, le centrali di collegamento, gli enti pubblici e le aziende private realmente operanti sul mercato. Ogni impresa formativa simulata è assistita da un’azienda tutor che offre consulenza e assistenza soprattutto in occasione di fiere interne, nazionali e internazionali.

Ogni azienda virtuale è costituita da un gruppo di studenti tutorati da un docente interno e supportati in tutto e per tutto da un’azienda reale e da un tutor ad essa appartenente: il tutor formativo e il tutor aziendale guidano i futuri giovani imprenditori in questo meraviglioso percorso didattico che insegna loro nel modo più semplice e diretto ad imparare nel fare.

Per la pianificazione dell'attività IFS occorre procedere secondo adempimenti strutturati, al fine di simulare in maniera effettiva la costituzione e la gestione di un'azienda, ovvero:

Fase di sensibilizzazione

  • analisi del territorio
  • analisi di mercato
  • business idea
  • business plan

Fase di costituzione

  • documenti Stato e Ase
  • richiesta partita Iva e conto corrente
  • fase di gestione:
  • marketing
  • negozio virtuale
  • gestione ordini, fatture, pagamenti

 

L’Istituto Paritario S. Freud ha fondato e registrato alla Camera di Commercio di Milano due Imprese Formative Simulate:

Le Ultime di Sigmund - Impresa Formativa Simulata di giornalismo e comunicazione digitale .. leggi qui

Il Sogno di Freud - Impresa Formativa Simulata di organizzazione, gestione e marketing di eventi


Istituto Paritario S. FreudScuola Privata Milano: Istituto Tecnico Informatico e Istituto Tecnico Turistico
Via Accademia, 26 Milano – Tel. 02.29409829 Fax 02.29408845 – www.istitutofreud.it
Scuola Superiore Paritaria Milano: Scuola Privata Informatica Milano e Scuola Privata Turismo Milano
Contattaci per maggiori informazioni: info@istitutofreud.it

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

INVIA COMMENTO